Utilizza le categorie sotto per navigare nei diversi argomenti

sabato 12 marzo 2011

Metti una sera a cena...con un salmone in salsa teriyaki :-)


Era una sera, uscivo dall'ufficio tardi e avevo un'oretta scarsa prima di andare al mio appuntamento con lo stage teatrale (cantante o attrice? bah diciamo creativa), ma non potevo e non volevo rinunciare ad una cenetta speciale (anche se rapida) in compagnia speciale.

Ecco che la scelta è caduta su un ristorantino asiatico, felice via di mezzo tra il veloce take-away e il risto-glamour-fusion alla milanese che tanto fa figo frequentare quando dico che la sera faccio cose e vedo gente ;-)

Al tavolo, oltre ad una bottiglia d'acqua in fashion look (sarà costata quanto un vino in riserva?), non mancavano il chirashi e gli uramaki della situazione. Ma ecco che una vecchia conoscenza ha fatto piacevolmente capolino, una ricetta che mi ricorda come i giapponesi non abbiano inventato ottimi abbinamenti solo con gli ingredienti crudi ma anche nelle cotture: il Singor Salmone in Salsa Teryiaki.

Proviamo a vedere se mi ricordo come si faceva...

Mettete a macerare un'ora del buon salmone (circa 600 gr. se volete 4 porzioni) in un composto di 1 C di zenzero grattuggiato che avete mescolato con un frullino con 6 C di salsa di soia e 4 C di mirin. Asciugatelo poi con carta da cucina e infarinatelo. Friggetelo in padella con 2 C di olio di semi e mettetelo da parte.

Versate in una grande padella 6 C di salsa di soia, 4 C di mirin, 4 C di sakè, 1 C di zucchero e fate bollire la salsa ottenuta per addensarla. Immergete ora il salmone nella padella con la salsa e cuocete i filetti girandoli e inumidendoli pian piano.
Itadakimasu ;-)

Nessun commento:

Posta un commento